SuperBonus 110%

Ecobonus 110%

una realtà concreta

superbonus 110%

Tempo di lettura: 3′

Il Superbonus 110% è una realtà e sempre più famiglie ne stanno capendo le grandi potenzialità.  Secondo i dati forniti dall’Enea, dal 3 dicembre all’8 febbraio i lavori ammessi all’agevolazione sono passati da 72 a 338 milioni, mentre il numero dei cantieri aperti è cresciuto da 537 a 2.960.

Sicuramente un aumento di richieste di ristrutturazione attraverso il Superbonus 110% è dovuto all’estensione della validità del Superbonus comunicata con l’ultima Legge di Bilancio, che consente detrazioni al 110% sui costi per gli interventi di efficientamento energetico e di contenimento del rischio sismico.

Quanto dura l’EcoBonus 110%?

In precedenza, era previsto il temine delle spese /dei finanziamenti il 31 dicembre 2021, ora invece rientrano tutte quelle/ quelli effettuati dal primo luglio 2020 fino al 30 giugno 2022.

Inoltre, nel caso in cui i lavori presso i condomìni siano stati effettuati per almeno il 60% dell’intervento complessivo entro il 30 giugno 2022, la detrazione spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre del prossimo anno.

Chi può accedere al Superbonus 110%?

Diversi soggetti possono accedere Superbonus 110:

  • Strutture condominiali
  • Persone fisiche (al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni)
  • Le Onlus o gli ICAP (Istituti anonimi Case Popolari)

Per queste ultime o per enti analoghi però, la scadenza standard è prevista per il 31 dicembre 2022.

Quali lavori posso effettuare con il Superbonus 110%?

Partendo dal presupposto che per usufruire del Superbonus 110% è necessario che l’edificio migliori di almeno due classi energetiche. Nel caso in cui ciò non fosse possibile, l’obiettivo è quello di conseguire la classe energetica più alta sempre a condizione che gli interventi siano effettivamente conclusi. I lavori che possono essere effettuati per raggiungere tali obiettivi sono divisi in due macro-categorie: gli interventi trainanti e gli interventi trainanti.

Cosa sono gli interventi trainanti? E trainati?

I primi tipi di interventi di efficientamento energetico permettono l’estensione delle detrazioni al 110% ad altri lavori. Per poter usufruire delle detrazioni fiscali, infatti, gli interventi detti trainati devono essere svolti insieme ai cosiddetti trainanti.

Gli interventi trainanti sono:

  • Interventi di isolamento termino degli involucri edilizi
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni degli edifici
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari

Gli interventi trainati sono:

  • Istallazione di impianti solari fotovoltaici e sistemi di accumulo
  • Colonnine per la ricarica di veicoli elettrici

Dunque, come abbiamo già detto, il Superbonus 110% è una realtà concreta che mira a migliorare l’efficientamento del nostro Paese. Questo articolo mira a darti un quadro generale e le informazioni fondamentali. Tuttavia siamo consapevoli che sia un argomento complesso.

 Se hai ancora dubbi o domande, leggi qui gli altri articoli dedicati nel nostro blog o chiedi informazioni con il form qui di seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *